8 novembre 2011

La stagione delle mele

Rieccomi, è passato qualche giorno in più da quello in cui mi ero ripromessa di postare...ma le cose da fare sono tante, a volte troppe, oggi per esempio ho degli omaccioni a casa che stanno consegnando i mobili....incrociamo le dita che ci sia tutto...e che non facciano danni sul mio super parquet!
Ad ogni modo, consoliamoci con un dolcetto. Dopo aver inaugurato la stagione delle mele con una crostata "alè alè", ho deciso di affidarmi ad una ricetta più che collaudata, quella dello strudel. Sebbene credessi di avere in casa burro a sufficienza per fare l'impasto della pasta strudel (quella leggermente sfogliata simil-pasta-sfoglia), mi sono dovuta arrangiare con un misero e risicato panetto di burro...ad ogni modo, aguzzando l'ingegno, ne è nata una frolla piacevolissima, meno "cicciosa" ma comunque ideale per avvolgere il ripieno ricco e profumato di mele, uvetta e cannella.

Simil-Strudel di mele
per il guscio di frolla:
400gr di farina
150gr di zucchero semolato
100gr di burro
30ml di panna fresca (ne avevo un avanzo!)
20ml di latte fresco
1 tuorlo
1 uovo intero
un pizzico di cannella
1 pizzico di sale
per il ripieno:
4 mele (io rosse)
1/2 cucchiaino di cannella
una manciata di uvetta lasciata rinvenire nel Marsala
1 cucchiaio di maizena
1 cucchiaio di zucchero semolato
 per la decorazione:
zucchero a velo

Procedimento:
Formare il panetto di frolla e lasciarlo riposare in frigorifero.
Nel mentre preparare le mele tagliandole a cubettini piuttosto piccoli, aggiungere la cannella, l'uvetta sgocciolata, lo zucchero e la maizena. Mescolare bene e mettere da parte.
Riprendere l'impasto, stenderlo in un rettangolo nello spessore di circa 3 mm e mettere al centro il ripieno.
Richiudere bene lo strudel e praticare delle incisioni sulla superficie per permettere al vapore di uscire.
Cuocere a 180° per 40/45 minuti.
Lasciar raffreddare e spolverare con abbondante zucchero a velo.

Niente di nuovo, niente di complicato, ma molto da gustare con una bella tazza di the, o se ne avete coraggio, con una pallina di gelato alla vaniglia accanto alla fetta appena intiepidita.
Bisous!

4 commenti:

  1. ma che bello.. sembra morbidissimo.. e poi immagino il profumo di mele che invade la casa.. bravissima Francesca!!

    RispondiElimina
  2. grazie Giovanni, sei fin troppo gentile :-)

    RispondiElimina
  3. Lo strudel è sempre buono!!!

    RispondiElimina
  4. che meraviglia questo simil strudel bisogna che lo provi assolutamente!brava
    susy

    RispondiElimina